Nazionalizzazione banche inglesi

0

Il clima che si respira sui mercati azionari in questi giorni ha contribuito alla decisione di nazionalizzare parzialmente alcune banche inglesi.

Si spera con questa misura di rendere più sicure le banche inglesi e di porre fine alla speculazione sul settore bancario che nelle ultime settimane ha fatto crollare i corsi delle azioni di banche, finanziarie e assicurazioni.

Il governo britannico e la Banca Centrale Inglese, la Bank of England – BOE – sono intervenute con 250 miliardi di ricapitalizzazione. Tra le banche interessate a questo piano di ricapitalizzazione e parziale nazionalizzazione ci sono le seguenti banche:

Abbey Bank
Barclays Bank
Hbos Bank
Hsbc Bank
Lloyds Tsb Bank
Nationwide Bank
Royal Bank of Scotland
Standard Chartered Bank

I gruppi bancari britannici pagheranno con le proprie azioni l’investimento effettuato dal Governo inglese e dalla Bank of England.

In pratica il Governo britannico e la BOE hanno acquistato azioni di queste banche e questa misura dovrebbe tranquillizzare gli investitori e i risparmiatori inglesi.

Ora sarà interessante vedere l’andamento delle quotazioni azionarie delle banche coinvolte in questo piano di sostegno concertanto dal governo inglese e dalla BOE e si presume che questo possa contribuire a stabilizzare l’andamento delle quotazioni azionarie delle banche coinvolte e a diminuire nei prossimi giorni la volatilità di queste azioni e dell’intero comparto azionario bancario inglese.

Questo intervento è molto significativo e lancia un segnale ben preciso ai mercati azionari e finanziari inglesi, europei e del mondo intero.

Per chi specula al ribasso sulle banche c’è quindi un soggetto in più con il quale fare i conti ora mentre per i normali investitori e i correntisti delle banche inglesi questo potrebbe essere ugualmente un segnale forte che dovrebbe generare un minore pessimismo del settore che, a breve, avrebbe potuto generare un vero e proprio panico finanziario.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.